Pagani Huayra: gioiello nato dalla passione

La Pagani Huayra, in vendita sul mercato italiano al prezzo di circa 1,5 milioni di euro, è la supercar della Pagani Automobili, realtà automobilistica modenese fondata dall’italoargentino Horacio Pagani. La genesi della Huayra risale al 2003, quando fu dato il via al progetto C9. La vettura è stata concepita dopo sette anni di sviluppo, di cui cinque dedicati solo allo stile, con la realizzazione di centinaia di disegni, otto modellini in scala e due modelli a grandezza naturale. La denominazione, invece, deriva da Huayra Tata, dio del vento degli Aymara.

Dopo l’anteprima mondiale presso il quartier generale di Pirelli a Milano nel febbraio del 2011, la Huayra è stata presentata ufficialmente al pubblico internazionale il successivo mese di marzo al Salone di Ginevra. Tra le caratteristiche estetiche principali figurano le porte ad ali di gabbiano, ma anche i fari bixeno con luci diurne a LED, il paraurti posteriore con il diffusore integrato e la cornice ellittica che circonda i quattro terminali dell’impianto di scarico MHG in titanio.

Per quanto riguarda la meccanica, la Pagani Huayra è equipaggiata con il motore 6.0 V12 biturbo da 730 CV di potenza e 1.000 Nm di coppia massima, fornito dalla divisione AMG di Mercedes-Benz ed abbinato al cambio sequenziale sincronizzato a doppia frizione Xtrac a sette rapporti. L’aspetto tecnico principale della Huayra è la monoscocca centrale in carbonio e titanio, abbinata ad altre componenti in cromo-molibdeno che contribuiscono a mantenere la massa sui 1.350 kg. In virtù delle suddette specifiche, la Pagani Huayra accelera da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e raggiunge la velocità massima di 360 km/h.

La scheda tecnica della Huayra comprende anche le sospensioni indipendenti forgiate in AvionAl con ammortizzatori Ohlins registrabili, i cerchi in lega App anteriori da 19 pollici e posteriori da 20 pollici con pneumatici Pirelli PZero Mirs 255/35 per l’avantreno e 335/30 per il retrotreno, il serbatoio da 85 litri di capacità con cellula di sicurezza rinforzata in materiali compositi e balistici, nonché l’impianto frenante Brembo con quattro freni a disco ventilati in carboceramica da 380 mm di diametro, 34 mm di larghezza e pinze freno anteriori a 6 pistoncini e posteriori a 4 pistoncini.

L’abitacolo della Pagani Huayra prevede gli esclusivi interni in pelle, concepiti dall’atelier Dani Group ed impreziositi dalla consolle centrale in alluminio monoblocco anticorodal. Nella dotazione di serie figura il display multifunzione centrale, provvisto di telemetria in modalità Sport e computer di viaggio in modalità Comfort. Il sistema multimediale, invece, comprende il display touchscreen ad alta definizione e le funzioni di navigatore satellitare, telefono Bluetooth e autoradio con l’esclusivo impianto audio firmato Sonus Faber.

Ultimamente, la Pagani Huayra è stata oggetto di numerose novità, come l’introduzione del pacchetto Tempesta che prevede cerchi specifici e nuove componenti in carbonio a partire dallo splitter anteriore ridisegnato, oppure la “Pearl 1 of 1” che rappresenta la prima Huayra prodotta in base ai gusti e le esigenze del singolo, quindi totalmente personalizzata.

 

Tuttavia, la novità più importante della Pagani Huayra è la versione speciale BC, dedicata a Benny Caiola, primo cliente della Pagani Automobili, scomparso recentemente. La Huayra BC, la cui specifica aerodinamica è stata curata dallo specialista Dallara, è stata presentata al Salone di Ginevra del 2016. È accreditata di 750 CV di potenza e soli 1.220 kg di massa, porta al debutto il cambio automatico AMT a sette rapporti abbinato al differenziale elettronico ed è dotata di cerchi in alluminio forgiato anteriori da 20 pollici e posteriori da 21 pollici con pneumatici Pirelli PZero Corsa per l’uso stradale o PZero Trofeo R per l’uso in pista.

 

About fastforward

Leggi anche

La 911 GTS si fa in cinque

Porsche 911 GTS: prestazioni superiori e sound sportivo

La 911 GTS si fa in cinque By MFM Fabrizio Arnhold Efficienza e prestazioni, questo …

Lamborghini Blancpain Super Trofeo

Lamborghini Blancpain Super Trofeo: la finale mondiale a Imola

Scritto da Fabrizio Arnhold, world by mfm.it l primo week end stagionale – 22 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *