Mercedes AMG GT-R

MERCEDES AMG GT-R, dalla pista alla strada.

Un’auto da corsa omologata per circolare su strada: mai prima d’ora Mercedes-AMG aveva introdotto su una vettura di serie tanta tecnologia derivata direttamente dal mondo delle gare come nella nuova Mercedes-AMG GT R, come dimostra il carbonio superleggero utilizzato sia negli esterni che nella catena cinematica High Performance presente nelle sue viscere.

La potenza del motore biturbo V8 AMG ad alte prestazioni è stata ulteriormente incrementata del 15% rispetto alla Mercedes-AMG GT S, toccando così quota 430 kW (585 CV). La Mercedes-AMG GT R scatta da 0 a 100 km/h in appena 3,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 318 km/h. Le accelerazioni fulminee sono anche merito del cambio sportivo a 7 marce SPEEDSHIFT DCT AMG, con taratura specifica ancora più sportiva, e della funzione RACE START ottimizzata con numero di giri in partenza più elevato e regolazione più sensibile dello slittamento delle ruote.

Grazie all’assetto sportivo RIDE CONTROL AMG avete anche la possibilità di selezionare la configurazione ideale per ogni tracciato. A seconda del programma di marcia DYNAMIC SELECT AMG selezionato, è altresì possibile accentuare la percezione di guida e di sterzata; inoltre, premendo semplicemente un tasto, variano la caratteristica del pedale dell’acceleratore e il sound dell’impianto di scarico a lunghezza variabile.

La nuova Mercedes-AMG GT R è anche equipaggiata con un asse posteriore sterzante, che alle basse velocità sterza le ruote posteriori in controfase rispetto a quelle anteriori, mentre alle velocità più elevate le ruote posteriori si muovono in fase. Ne consegue una maneggevolezza agile o più stabile a seconda della situazione. Il Traction Control AMG consente un pattinamento ottimale in fase di accelerazione in uscita dalle curve, adeguando al meglio l’erogazione di potenza del motore. La regolazione può essere impostata su nove diversi livelli in qualsiasi momento, aumentando così le prestazioni in situazioni di handling estremo come accade in pista.

La stretta collaborazione fra gli specialisti di aerodinamica e i designer ha dato vita a una sportiva ad alte prestazioni, che toglie il fiato a chi la osserva e vince la sfida anche con l’aria. Ogni minimo dettaglio rappresenta molto di più che un semplice elemento scenografico, essendo stato sistematicamente progettato per garantire le massime performance in pista.

Colpisce all’istante la mascherina Panamericana AMG con i caratteristici listelli verticali, adottata per la prima volta su una vettura stradale.La carreggiata anteriore e posteriore risulta più larga, mentre i parafanghi in carbonio presentano una forma più allargata. La forma delle grandi prese d’aria della grembialatura anteriore ricorda quella dei propulsori dei jet, mentre un sistema attivo di regolazione dell’aria fornisce al motore un sufficiente flusso d’aria mediante 14 lamelle di raffreddamento ad apertura automatica.

Un profilo aerodinamico attivo, realizzato in carbonio e sperimentato nell’ambito del Motorsport, fuoriesce dal rivestimento del pianale sotto il motore a partire da una velocità di 80 km/h (nel programma di marcia RACE a 120 km/h), riducendo la portanza sull’asse anteriore. L’incisivo doppio diffusore e il grande alettone dotato di ala regolabile conferiscono il tocco finale al look degli esterni.

Un’atmosfera da gara

Nell’abitacolo potete respirare un’autentica atmosfera da gara: a bordo il guidatore è accolto dai sedili sportivi a guscio AMG e dal volante Performance AMG in microfibra DINAMICA.Il sistema di protezione in caso di capottamento, imbullonato dietro i sedili, è fornito in dotazione con il pacchetto Track AMG (a richiesta). Si tratta di un equipaggiamento di cui sono dotate solo le auto da corsa purosangue, proprio come la nuova Mercedes-AMG GT R.

 

Una vera e propria vettura ad alte prestazioni non dipende unicamente dalla sola potenza del

mercedes-benz-amggt-class-c190_technique_814x443_09-2014motore.Conta, piuttosto, l’insieme di sofisticati elementi tecnici, che rendono possibile trasferire sull’asfalto il concentrato di spinta propulsiva e contrastare, a tempo stesso, le elevate forze centrifughe.

Mediante la DRIVE UNIT AMG dotata del Controller DYNAMIC SELECT AMG, è possibile pre-selezionare i programmi di marcia per una performance secondo i propri gusti personali.Il cambio sportivo a 7 marce SPEEDSHIFT DCT AMG e il differenziale autobloccante posteriore (meccanico oppure elettronico in base al modello) trasmettono, infine, la potenza in un’accelerazione allo stato puro.

Grazie alla perfetta implementazione della configurazione a doppi bracci trasversali, ampiamente collaudata nell’ambito del Motorsport, l’assetto sportivo AMG e l’assetto sportivo RIDE CONTROL AMG permettono di ottenere brillanti prestazioni su pista. Questo si riflette soprattutto in una dinamica trasversale e una stabilità di marcia di livello eccellente alle alte velocità.

 

 

Per Mercedes-AMG i motori potenti rappresentano da sempre un argomento molto speciale.Ingegneri esperti sviluppano con grande entusiasmo e passione propulsori ad alte prestazioni, che non hanno eguali a livello mondiale.

Rispetto alla produzione in grande serie, qui ogni motore viene realizzato in modo tradizionale, seguendo la filosofia “One man, One Engine.”Ogni tecnico assembla un propulsore e ne è responsabile dal montaggio dell’albero motore nel blocco motore fino al cablaggio e al riempimento del motore con l’olio motore: il tutto reso evidente dalla sua firma apposta sulla targhetta del motore AMG.

Anche il V8 biturbo AMG da 4,0 litri, di nuova progettazione, con lubrificazione a carter secco e una potenza fino a 375 kW nonché una coppia massima pari a 650 Nm, viene realizzato secondo questo criterio di lavorazione artigianale e viene montato sotto il cofano motore allungato della nuova Mercedes-AMG GT e GT S.

Più leggera davanti che dietro. Le prestazioni eccellenti di una vettura sportiva si basano sulla ripartizione ottimale del peso. Grazie al sapiente utilizzo di materiali leggeri e a un sofisticato concetto propulsivo, sulla nuova Mercedes-AMG GT il bilanciamento del peso è traslato in misura decisiva verso il retrotreno.

Questa ripartizione ottimale del peso nel rapporto 47 : 53 tra avantreno e retrotreno è resa possibile grazie alla configurazione costruttiva “transaxle”.Il motore anteriore centrale, ad esempio, è collegato al cambio a doppia frizione sull’asse posteriore mediante un semiasse in carbonio estremamente leggero e resistente alle torsioni.

 

About fastforward

Leggi anche

La 911 GTS si fa in cinque

Porsche 911 GTS: prestazioni superiori e sound sportivo

La 911 GTS si fa in cinque By MFM Fabrizio Arnhold Efficienza e prestazioni, questo …

Lamborghini Blancpain Super Trofeo

Lamborghini Blancpain Super Trofeo: la finale mondiale a Imola

Scritto da Fabrizio Arnhold, world by mfm.it l primo week end stagionale – 22 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *