Hennessey Venom GT

Hennessey Venom GT: l’auto Americana dei record

Hennessey Venom GT: dal record del mondo alla strada

L’hypercar Hennessey Venom GT è la ‘prima opera’ di Hennessey Performance, tuner statunitense attivo dal 1991. La Venom GT è stata presentata in anteprima mondiale il 2 novembre del 2010, al Sema Motor Show di Las Vegas, kermesse dedicata alle auto speciali e spettacolari.

Hennessey Venom GT

A livello tecnico, la Hennessey Venom GT deriva dai modelli Elise ed Exige del costruttore inglese Lotus che, tuttavia, non ha preso parte al progetto di sviluppo della hypercar americana.

Hennessey Venom GT

Inizialmente, la Venom GT era equipaggiata con il motore a benzina 6.2 V8 biturbo da 1.014 CV di potenza, abbinato al cambio meccanico a sei rapporti fornito dallo specialista Ricardo. La massa, invece, ammonta a soli 1.244 kg, grazie all’utilizzo di alluminio e fibra di carbonio per la carrozzeria, quest’ultima disponibile come coupé o roadster.

Hennessey Venom GT

Tra le altre caratteristiche della Hennessey Venom GT figura l’impianto frenante Brembo in carboceramica con pinze freno a sei pistoncini, nonché i cerchi in lega forgiati Hennessey H10 da 19 pollici per l’avantreno e 20 pollici per il retrotreno.

Hennessey Venom GT

Hennessey Performance ha sempre sottolineato l’esclusività della Venom GT, tant’è che la produzione è stata limitata a soli 29 esemplari, oltre al prototipo utilizzato per la presentazione ufficiale. Inoltre, il primo esemplare è stato consegnato a Steven Tyler, il cantante del gruppo Aerosmith, mentre l’esemplare numero tre è stato realizzato nell’esclusiva colorazione rossa.

Hennessey Venom GT

Successivamente, la Hennessey Venom GT è stata aggiornata con l’adozione del propulsore a benzina 7.0 V8 biturbo da 1.261 CV di potenza e 1.566 Nm di coppia massima, capace di far raggiungere la velocità massima di 447 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 2,7 secondi.

Hennessey Venom GT

Per confermare le strabilianti prestazioni di quest’auto, Hennessey Performance ha conquistato vari record con la Venom GT. Il primo risale al mese di gennaio 2013, con la conquista del Guinness World Record nell’accelerazione da 0 a 300 km/h in soli 13,61 secondi.

Hennessey Venom GT

Il record più importante della Hennessey Venom GT è stato registrato il 14 febbraio del 2014, quando la vettura ha raggiunto la velocità massima di 270,49 miglia orarie (pari a 435,31 km/h) sulla pista Shuttle Landing Facility da 3,2 miglia di lunghezza (circa 5,2 km), presso il Kennedy Space Center della Nasa di Cape Canaveral.

Hennessey Venom GT

L’ultimo record, invece, è la velocità massima di 265,6 miglia orarie (pari a 427,44 km/h), raggiunta sulla United States Naval Air Station di Lemoore, in California.

Hennessey Venom GT

La produzione della Hennessey Venom GT è terminata lo scorso 19 gennaio, con l’ultimo esemplare denominato “Final Edition” e caratterizzato dalla speciale colorazione Glacier Blue della carrozzeria con elementi di colore bianco. Venduta al prezzo di 1,2 milioni di dollari, la Venom GT “Final Edition” è equipaggiata con la specifica unità 7.0 V8 biturbo da 1.471 CV di potenza.

La Venom GT sarà presto rimpiazzata dalla nuova supercar di Hennessey Performance, vale a dire la Hennessey Venom F5, già svelata lo scorso anno all’edizione 2016 del Salone di Ginevra.

Hennessey Venom GT
2011 Hennessey Venom GT; top car design rating and specifications

Sarà confermata la motorizzazione 7.0 V8 biturbo, ma la potenza incrementerà fino a 1.521 CV. Di conseguenza, aumenteranno anche le prestazioni, ovvero 290 miglia orarie (circa 467 km/h) di velocità massima e 0-100 di accelerazione in due secondi netti. Per quanto riguarda il prezzo di listino, la Hennessey Venom F5 dovrebbe costare non meno di 1,4 milioni di dollari.

About fastforward

Leggi anche

La 911 GTS si fa in cinque

Porsche 911 GTS: prestazioni superiori e sound sportivo

La 911 GTS si fa in cinque By MFM Fabrizio Arnhold Efficienza e prestazioni, questo …

Lamborghini Blancpain Super Trofeo

Lamborghini Blancpain Super Trofeo: la finale mondiale a Imola

Scritto da Fabrizio Arnhold, world by mfm.it l primo week end stagionale – 22 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *