Bugatti Veyron Super Sport: la madre di tutte le Hypercar

La Bugatti Veyron 16.4 Super Sport, introdotta nel 2010, rappresenta la versione restyling della supercar del terzo millennio della Casa francese di Molsheim. Esteticamente, infatti, differisce per il frontale ridisegnato e la presenza di ulteriori appendici aerodinamiche, ma soprattutto per il doppio diffusore posteriore con il terminale di scarico centrale e le due prese d’aria tipo ‘Naca’ sul tetto.

Il confermato motore a benzina 8.0 W16 quadriturbo, abbinato alla trazione integrale, eroga 1.200 CV di potenza e 1.500 Nm di coppia massima. Inoltre, il suddetto propulsore è abbinato anche al cambio sequenziale a doppia frizione DSG a sette rapporti.

Le prestazioni

Per quanto riguarda le prestazioni, la Bugatti Veyron Super Sport raggiunge la velocità massima dichiarata di 415 km/h ed accelera da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi, da 0 a 200 km/h in 6,7 secondi e da 0 a 300 km/h in 14,6 secondi.

Il resto della meccanica della Veyron 16.4 Super Sport prevede l’impianto frenante in carboceramica, con i freni a disco anteriori da 400 millimetri di diametro e 38 millimetri di larghezza ed i freni a disco posteriori da 380 millimetri di diametro e 36 millimetri di larghezza, nonché l’impianto di scarico in titanio.

Altra particolarità estetica della Bugatti Veyron 16.4 Super Sport è la carrozzeria in fibra di carbonio a vista, disponibile anche nella tonalità chiara laccata su richiesta.

La Special Edition

I primi cinque esemplari della Veyron Super Sport fanno parte della serie speciale World Record Edition, in quanto hanno la carrozzeria bicolore con la finitura arancione abbinata alla tinta nera del carbonio a vista.

Infatti, hanno la stessa livrea dell’esemplare che, il 5 luglio del 2010, con Pierre-Henri Raphanel (pilota ufficiale della Bugatti) ha raggiunto la velocità media di 431,072 km/h sul circuito tedesco di Ehra-Lessien (di proprietà del gruppo Volkswagen, a cui appartiene anche la Casa di Molsheim), segnando il record mondiale che poi è entrato a far parte del “Guinness dei Primati”.

La versione standard della Bugatti Veyron Super Sport, invece, è stata svelata all’edizione 2010 del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in programma ogni anno nel periodo di ferragosto.

Dalla Bugatti Veyron 16.4 Super Sport deriva la Grand Sport Vitesse, ovvero la variante roadster che ha debuttato nel 2012. Per l’assenza del tetto fisso, la Veyron Grand Sport Vitesse è meno prestante, dato che raggiunge la velocità massima di 410 km/h e accelera da 0 a 100 in 2,6 secondi.

La Bugatti Veyron 16.4 Grand Sport Vitesse è stata proposta anche nelle versioni speciali Jean-Pierre Wimille, Jean Bugatti, Meo Costantini, Rembrandt Bugatti, Black Bess ed Ettore Bugatti, tutte appartenenti alla prestigiosa gamma denominata “Les Légendes de Bugatti”.

2010 Bugatti Veyron 16.4 Super Sport

Sulla base della Grand Sport Vitesse è stata allestita anche la versione speciale La Finale del 2015, l’ultimo esemplare – Numero 450 – venduto al prezzo di 2,3 milioni di euro. Dal 2005, anno di debutto della Bugatti Veyron 16.4, sono stati prodotti 300 esemplari con la carrozzeria coupé e 150 unità nella variante roadster.

Nei 450 esemplari totali della Bugatti Veyron sono comprese anche le altre versioni speciali Pur Sang, FBG Par Hermès, Bleu Centenaire, Sang Noir, Villa d’Este, Sang Bleu, L’Or Blanc e Burnar Venet, tutte appartenenti all’esclusiva gamma “Special Editions”.

About fastforward

Leggi anche

La 911 GTS si fa in cinque

Porsche 911 GTS: prestazioni superiori e sound sportivo

La 911 GTS si fa in cinque By MFM Fabrizio Arnhold Efficienza e prestazioni, questo …

Lamborghini Blancpain Super Trofeo

Lamborghini Blancpain Super Trofeo: la finale mondiale a Imola

Scritto da Fabrizio Arnhold, world by mfm.it l primo week end stagionale – 22 e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *